Estate, un periodo a rischio disidratazione

Le 10 July 2017

Cos’è la disidratazione?

La disidratazione è una mancanza d’acqua, conseguenza di uno squilibrio tra gli apporti e le perdite. L'acqua rappresenta il 65% del peso di un essere umano, è l’elemento principale che compone l’organismo. Ogni giorno perdiamo da 2 a 2,5 litri d'acqua attraverso urine, feci e il vapore acqueo emesso durante l’espirazione.  E quando fa caldo, si suda! Una perdita supplementare di acqua che può arrivare fino a 1 litro al giorno. Immettiamo acqua nel nostro organismo attraverso le bibite e gli alimenti che consumiamo. Se assorbiamo meno acqua di quella che perdiamo, logicamente, andiamo incontro ben presto alla disidratazione.

Il primo segnale è la sete. Ma sfortunatamente non tutti l’avvertono (persone anziane) o non tutti vi prestano attenzione (gli sportivi della domenica). Di conseguenza, tendono a manifestarsi vari sintomi di gravità crescente: stanchezza, crampi, febbre, polso accelerato, vertigini, abbassamento della pressione arteriosa, calo di attenzione, stato confusionale, insufficienza renale, coma, morte.

Allora, come sopravvivere?

Bere, bere, bere. Con una regola d’oro: non si deve aspettare di avere sete per bere.

L’acqua è senza dubbio la bevanda da privilegiare per idratarsi. Rigenera le nostre cellule e permette la circolazione del sangue. Anche se ognuno di noi ha un determinato fabbisogno d'acqua, è comunque consigliabile bere una bottiglia grande d'acqua minerale al giorno, o almeno un litro e mezzo. In concreto ciò corrisponde all’incirca a 8 bicchieri d’acqua.  E in caso di caldo intenso, sforzarsi di bere un po’ di più.

Beh, bisogna ammetterlo, bere solo acqua tutto il giorno può risultare un po' monotono. Una prima alternativa potrebbe essere quella di aggiungere nel nostro bicchiere d’acqua tutta la frutta che ci capita sotto mano (limone, lampone, kiwi, fragola, arancia rossa e così via); è una soluzione semplice, buona per la salute e per le papille gustative, poco costosa ed è la grande moda del momento: la water detox!

E perché non sorseggiare un Frosé, altra bibita star dell'estate a base di rosé e lamponi? Ci dispiace doverlo dire, ma non è il massimo per idratarsi, e lo stesso discorso vale per qualsiasi altra bevanda alcolica. L’alcol produce un ormone che evacua l’acqua e disidrata l’organismo. Allo stesso modo d’estate è consigliabile evitare caffè, tè e bibite gassate perché anche queste bevande favoriscono l’eliminazione dell’acqua dall’organismo. 

Possiamo allora optare per bibite aromatizzate come l’acqua di cocco, composta per più del 90% da acqua... e da zucchero, vitamine, minerali, acidi aminati, fitormoni e molto altro. Una vera e propria fonte di benefici per il nostro corpo! Ancora più originale, l'acqua di cactus, che è meravigliosa anche per la pelle. In base ai propri gusti è così possibile acquistare tutta una seria di aromatizzanti o edulcoranti per dare un po’ di brio a della semplice acqua.

Infine, non dimentichiamo che l’idratazione passa anche per l’alimentazione, quindi si consiglia vivamente il consumo di frutta e verdura ricca d'acqua, come anguria, pesche, pesche noci, ciliegie, meloni e così via.

Forza allora, con questi piccoli ma preziosi consigli potremo gustarci un’estate senza preoccupazioni! 

Pagamento sicuro

Tutte le transazioni nel negozio di iHealth sono sicure al 100%.

Consegna rapida

Resi e sostituzioni

Possibilità di cambiare i prodotti entro x giorni

Assistenza clienti

Contatti il supporto tecnico