Frutti oleaginosi e benefici per la salute

Le 12 May 2017

Pistacchi, noci, nocciole, mandorle, semi di sesamo e pinoli: la frutta oleaginosa dà uno sprint alle nostre ricette! È anche eccellente per la salute... purché consumata in modo intelligente.

Che cos’è un frutto oleaginoso e quali sono i suoi apporti?

Innanzitutto apriamo una piccola parentesi etimologica, oleaginoso deriva dal latino Oleum che significa “olio”.  Infatti la frutta oleaginosa comprende alimenti vegetali dai quali può essere estratto olio. Può trattarsi di frutta come noci, mandorle, nocciole, pinoli, pistacchi, olive, o di semi come semi di zucca, lino, sesamo, cola, girasole...

Gli apporti variano in funzione della frutta ma la frutta oleaginosa è, contrariamente a quanto si crede, abbastanza ricca! Questo tipi di frutta è ricca di proteine vegetali, fibre, numerosi minerali, magnesio, potassio, ferro, calcio, zinco, rame, selenio e vitamine B ed E.

Prendiamo l'esempio delle mandorle: hanno un altissimo contenuto di Omega 9 e Vitamina E. Da poco viene consigliato il consumo di un pugno di frutta oleaginosa al giorno, perché ottima per la salute.

Quali sono i benefici della frutta oleaginosa?

I benefici per la salute sono numerosi, soprattutto sul controllo del peso, se non si supera una porzione di 25-30g al giorno. Questa quantità contiene tra le 150 e le 200 kcal e costituisce un apporto ideale grazie al loro alto contenuto di fibre. Le fibre hanno un elevato potere saziante e abbassano il numero di calorie consumate nel pasto successivo. È ciò che viene chiamato un anticipo di calorie..

La frutta oleaginosa rende più facile anche tenere sotto controllo il diabete. I diabetici lo sanno bene, la cosa più difficile quando si è diabetici è controllare ed evitare i picchi glicemici. Gli alimenti con un basso indice glicemico sono quindi da preferire, è la frutta oleaginosa è uno di questi. Le fibre riescono infatti a ritardare il passaggio del glucosio nel sangue durante la digestione. La dose quotidiana ottimale oscilla tra i 20 e i 30 grammi.

Numerosi studi hanno dimostrato che il consumo quotidiano di frutta oleaginosa favorisce il miglioramento del bilancio dei lipidi nel sangue, facendo scendere il tasso di colesterolo cattivo e facendo salire il tasso del colesterolo buono, il che è ottimo per la salute cardo-vascolare!

Oggi i professionisti dell’alimentazione consigliano un consumo quotidiano di 25 grammi. Perché no una piccola manciata di frutta secca nello yogurt o muesli per colazione? È possibile anche rendere più piacevoli le insalate con pinoli, semi o noci tritate. Forza, se dicono che fa bene alla salute!

Pagamento sicuro

Tutte le transazioni nel negozio di iHealth sono sicure al 100%.

Consegna rapida

Resi e sostituzioni

Possibilità di cambiare i prodotti entro x giorni

Assistenza clienti

Contatti il supporto tecnico